Socialize

Brunetta: Governo, “Politica economica è meramente elettorale, mette polvere sotto tappeto”

 

Sulle privatizzazioni “Non hanno fatto nulla, nel frattempo hanno portato al collasso il sistema bancario. In questi 1.200 giorni sono stati indecisi a tutto, hanno solo aumentato la spesa pubblica (20 miliardi buttati per il Jobs act e 10 per le “mance” degli 80 euro) per comprarsi il consenso, alla Achille Lauro, e gli è andata anche male: non hanno ridotto le tasse, hanno perso anche il referendum, e l`Europa ne ha le scatole piene”. Così Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, intervistato da Avvenire.”La ghigliottina Ue – ha aggiunto – è già caricata. Intanto come assaggio siamo già costretti a questa manovrina da due decimali. Ma in autunno l`Italia dovrà non solo onorare la clausola di salvaguardia per quasi 20 miliardi, ma anche ridurre il deficit di quasi un punto, all`1.2%, il che vuol dire altri 16 miliardi. Se aggiungiamo le promesse sulla riduzione dell`Irpef, sul contratto del pubblico impiego, sul taglio del cuneo fiscale, si arriva a una manovra da 35-40 miliardi, fra maggiori tasse, dirette o indirette, o minori spese. O, come dice Padoan a mezza voce, col taglio delle spese fiscali”. Insomma, per Brunetta “aumenteranno le tasse. Se tagli detrazioni e deduzioni l’effetto è lo stesso. Il Def con le sue 912 pagine non doveva solo dire come sta l`economia  italiana, ma anche indicare come raggiungere gli obiettivi di bilancio. Così invece Padoan prende in giro gli italiani, ma innanzitutto sé stesso. E ai mercati, o alla Ue, non piace essere presi in giro. Con gravi rischi per le aste sul nostro debito, da settembre”. E questa per Brunetta è strategia “meramente elettorale: mettere la polvere sotto il tappeto”.