Socialize

BERLUSCONI: BRUNETTA, PAROLE INGROIA RIDICOLE, E’ SOLO PROVOCATORE DI PROFESSIONE

 

 

“L’ex magistrato Antonino Ingroia – già nominato dal presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta commissario di Sicilia e-Servizi, la società che gestisce l’informatica della Regione Sicilia, di cui è diventato poi amministratore unico l’8 aprile 2014 – chiacchierando amabilmente a ‘Un giorno da Pecora’, si permette di dire che il presidente Berlusconi ‘meriterebbe l’arresto’. 

Capiamo che a un comunista arrabbiato – già candidato premier con una lista di sinistra radicale, che in modo fallimentare non riuscì a portare alcun suo membro in Parlamento – possa avere poca simpatia per un grande esponente politico del campo avverso, che da oltre vent’anni vince in Italia e che in questo periodo di tempo ha raccolto più di 200milioni di voti, ma una persona con un minimo di buon senso dovrebbe limitare simili esternazioni per affidarsi ad un più dignitoso silenzio. 

Ingroia parla sopra le righe (non male per un ex magistrato tutto d’un pezzo), lo conosciamo, ama farlo, e ogni volta che dà fiato allo trombe lo fa per dire cose improbabili e francamente ridicole. Si tenga la sua comoda e ben remunerata poltrona siciliana. La buona politica la fanno gli uomini come il presidente Berlusconi, altri evidentemente possono solo fare i provocatori di professione”.

Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.