Socialize

GOVERNO: BRUNETTA, “CON CONTRATTO LEGA-M5S SCHIZZA SPREAD E CROLLA MPS”

 

mps

 

“La pubblicazione del contratto di governo sottoscritto da Lega e Movimento Cinque Stelle e le recenti dichiarazioni del responsabile economico della Lega Claudio Borghi sulla necessità di nazionalizzare Monte dei Paschi di Siena e cambiare i suoi vertici ha scatenato il panico sui mercati finanziari. Lo spread di rendimento tra il nostro BTP decennale e il Bund tedesco è, infatti, schizzato subito a 158,8 punti base con un aumento pari a +6,25% su base giornaliera. Il rendimento sul decennale ha sfondato quota 2,2%, portandosi a quota 2,2120 (+3,34%), risalendo ai massimi dall’ottobre 2017, in una giornata che vede il Bund tedesco scendere, invece, a 0,62%. Se dovesse continuare di questo passo, l’aumento dei rendimenti dei nostri titoli di Stato potrebbe avere conseguenze pesantissime sulla nostra spesa per interessi sul debito e, di riflesso, sul deficit dello Stato.

Ma l’ennesima giornata nera per la Borsa di Milano è iniziata con la doppia sospensione del titolo MPS per eccesso di ribasso, dopo il crollo del -8,8% subito ieri per effetto delle esternazioni dell’onorevole Borghi relative alla volontà di rivedere il ruolo della banca in chiave pubblica. La banca senese, che si era finalmente ripresa dopo i primi utili dichiarati negli scorsi giorni, ha subito perdite attorno al -3% prima e del -4% dopo la sospensione. In generale, tutto i titoli del settore bancario si sono nuovamente indeboliti in scia al clima negativo di Piazza Affari, con alcune banche come UBI e BPM in forte calo.

Osservando quanto sta avvenendo, è quindi palese che i mercati finanziari non temono più soltanto l’incertezza congiunturale che grava sull’economia italiana ma anche, e soprattutto, che il governo populista Lega – Movimento Cinque Stelle in via di definizione possa rappresentare una strategia di medio-lungo periodo di politica e potere”.