Socialize

CANNABIS: BRUNETTA, “ESCLUDERE COLTIVAZIONE NEI PRESSI SCUOLE E COMUNITA’ RECUPERO”

 

FILE ISRAEL CANNABIS LEGALIZATION USA

 

“Ho presentato un’interrogazione al ministro delle politiche agricole e forestali, Gian Marco Centinaio, sul caso del Centro Villa Ciulepi, struttura di recupero per tossicodipendenti, situata a Montemarano, in provincia di Viterbo. Risulterebbe, infatti, che a poca distanza dalla struttura sia stata recentemente avviata la coltivazione a cannabis di circa un ettaro di terreno. E’ evidente che questa situazione ha evidenti ricadute negative sull’attività del Centro questione, considerando la specifica attività di recupero che svolge e degli evidenti disagi creati agli ospiti del centro”.

“La legge 246/2016 ha reso possibile la coltivazione della canapa della varietà Cannabis sativa, prevedendo al contempo un sistema di controlli sulla qualità dei semi e sulle proprietà delle coltivazioni in relazione alla concentrazione di specifiche sostanze psicotrope quali il Thc. Alla luce del caso del centro Villa Ciulepi, ho chiesto al ministro Centinaio se non ritenga opportuno rafforzare e intensificare i controlli per verificare se coltivazioni di questo tipo rispettino le norme vigenti e se non ritenga urgente intervenire al fine di escludere la possibilità di creare coltivazioni di cannabis nelle vicinanze di cosiddetti luoghi sensibili, quali scuole, comunità di recupero e luoghi di aggregazione giovanili”.