Socialize

BRUNETTA: “MENO MALE CHE C’E’ DUO TRIA-MOAVERO, DA GOVERNO SOLO CHIACCHIERE E IMPEGNI NON MANTENUTI”

 

Tria Moavero

 

“Questo Esecutivo è fatto di 3 governi: quello della Lega, quello dei Cinque Stelle e quello dei tecnici indipendenti Tria-Moavero. Meno male che c’è Tria, meno male che c’è Moavero, perché altrimenti l’Italia avrebbe già dichiarato guerra a mezzo Mondo sul piano internazionale, o mezzo Mondo avrebbe dichiarato guerra all’Italia o perché, altrimenti, lo spread sarebbe schizzato a 500-600 punti base”.

Così Renato Brunetta, deputato di Forza Italia, in un’intervista a ‘Radio Radicale’.

“Finora solo tante chiacchiere, caos, promesse, impegni non mantenuti, che hanno portato l’Italia vicino al baratro. Ricordo per grandi linee che, nei tre mesi di Governo Conte appena trascorsi, abbiamo perso 100 miliardi di capitalizzazione di borsa, sono scappati 100 miliardi di investimenti esteri e che abbiamo avuto un aumento dello spread di 150 punti base, che ha prodotto un maggior onere del servizio del debito di circa 4 miliardi di euro per il 2018 e 7 miliardi per il 2019 e seguenti. Questi sono i risultati del Governo Conte in 100 giorni dal punto di vista finanziario”.

“Se poi ci mettiamo la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro, ancora non quantificabili, causata dalla confusione del decreto dignità di Di Maio, il caos sui vaccini, sul no Tav, sul no Tap e sull’Ilva di Taranto, completiamo il quadro. Fino a qui, però, siamo ancora alle chiacchiere, alla fuga dei capitali, all’aumento dello spread. Tutto, ahimè, si giocherà sulla Legge di Bilancio e sulla Nota di Variazione al Def, che dovrà essere presentata entro il 27 settembre”.