Socialize

MANOVRA: BRUNETTA, “SALVINI & DI MAIO NON ARRETRANO DI UN MILLIMETRO, IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI VA IN FUMO”

 

Salvini Di Maio 1

 

“Anche oggi i rendimenti sui nostri titoli di Stato hanno sofferto le incertezze legate alle decisioni del Governo giallo-verde sulla prossima Legge di bilancio. I rendimenti sui BTP con scadenza a due anni si sono avvicinati alla soglia del 2,0%, mentre quelli sui BTP con scadenza a 10 anni hanno sfondato il 3,6%, ai livelli massimi dal 2014. Lo spread con i titoli tedeschi è salito fino a 315 punti base, mentre quello con i titoli spagnoli ha toccato i massimi ventennali. Anche le parole del ministro dell’economia Giovanni Tria, che pur ha richiesto un abbassamento dei toni dello scontro tra Governo e Commissione Europea, non sono riuscite a calmare gli investitori, che osservano con sempre maggior preoccupazione l’inasprimento del dibattito tra i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio, ormai lanciati in piena campagna elettorale per le prossime elezioni europee, e la Commissione Europea, per nulla disposta ad arretrare sul pesante giudizio espresso sui conti pubblici italiani. Se il Governo non rivedrà entro la prossima settimana quadro di finanza pubblica, abbassando l’obiettivo del rapporto deficit/Pil per il prossimo triennio, non c’è alcuna possibilità che il trend negativo dei mercati si possa invertire.

A peggiorare le cose potrebbe mettersi pure il giudizio di questa sera da parte dell’Ufficio Parlamentare del Bilancio, che dovrà decidere se validare o meno il quadro dei conti presentato dall’Esecutivo. Una bocciatura, quasi certa, da parte dell’UPB significherebbe un downgrade scontato per il nostro debito pubblico da parte delle agenzie di rating, con inevitabili conseguenze per i nostri titoli di Stato, con conseguente credit crunch bancario. E’ quindi del tutto assurdo che Salvini e Di Maio proseguano in questa loro battaglia contro tutti. I mercati finanziari sanno giocare a poker meglio di loro e alla fine vogliono sempre vedere le carte di chi li sfida. Purtroppo per l’Italia, a questo Governo non è più rimasto neanche un asso tra le mani. Sono rimasti soltanto i risparmi degli italiani che ogni giorno che passa vanno sempre più in fumo, per effetto delle dichiarazioni al solito irresponsabili degli esponenti di Lega e Movimento Cinque Stelle”.