Socialize

MANOVRA: BRUNETTA, “PREVISIONI COMMISSIONE UE ANNUNCIANO BOCCIATURA TOTALE”

 

commissione europea

 

“Altre pessime notizie sono arrivate oggi per l’economia italiana. Le previsioni d’autunno pubblicate oggi dalla Commissione Europea hanno, infatti, rivisto al ribasso le previsioni di crescita del Pil e al rialzo il rapporto deficit/Pil per i prossimi due anni, relegando l’Italia all’ultimo posto nella classifica della crescita dei paesi europei. A dir la verità, le stime della Commissione sembrano addirittura ottimistiche, al di sopra di quello che molti istituti di previsione indicano, dopo aver osservato l’ultimo dato sulla crescita del Pil nel terzo trimestre, che è stato pari a zero. La Commissione ha stimato che quest’anno il Pil aumenterà del +1,1%, due decimali in meno rispetto alle precedenti previsioni e un decimale al di sotto di quanto previsto dal Governo nell’ultima Nota di Aggiornamento al DEF. Per l’anno prossimo, invece, la Commissione stima un miglioramento del Pil al +1,2%, in rialzo di un punto decimale rispetto alle precedenti previsioni, ma tre decimali in meno rispetto a quanto stimato dal Governo nella tabella allegata alla manovra inviata a Bruxelles. Infine, per il 2020 il Pil viene previsto crescere al +1,3%, tre decimali in meno sempre rispetto a quanto previsto dal Governo. A fronte di questo, la Commissione stima però un forte aumento del rapporto deficit/Pil per il 2019 al 2,9%, ben cinque decimali in più rispetto al 2,4% previsto dal Governo, che già è molto più elevato dello 0,8% concordato a maggio con la Commissione Europea dal Governo Gentiloni e addirittura al 3,1% nel 2020, un livello che porterebbe l’Italia a sforare la soglia massima del 3,0% prevista dal trattato di Maastricht. Quindi totale bocciatura della manovra del Governo Conte, in quanto fuori e in totale divergenza dalle regole europee”.