Socialize

CARIGE: BRUNETTA, “NAZIONALIZZAZIONE E’ STATALIZZAZIONE IN STILE UNIONE SOVIETICA”

 

carige-banca-foto

 

“L’uscita di Salvini-Di Maio di volere nazionalizzare Banca Carige ha lasciato tutti esterrefatti. Dal ministro dell’Economia Giovanni Tria, che ancora una volta ha dovuto correre ai ripari, ricordando che alla proposta di Lega e Cinque Stelle è preferibile la soluzione di mercato, attraverso un aumento di capitale da parte di soggetti privati o tramite una operazione di acquisizione da parte di un altro istituto di credito, agli stessi commissari, che dalla Banca Centrale Europea hanno ricevuto il preciso mandato di uscire dalla crisi con capitali privati. Il commissario Pietro Modiano, ad esempio, ha dichiarato spazientito che “la nazionalizzazione non è sul tavolo, non è necessaria” e che per salvare CARIGE sono sufficienti i 320 milioni messi sul tavolo dal Fondo Interbancario come obbligazione subordinata, in attesa di trovare un partner. Ci chiediamo quale sia il motivo per cui gli improvvisati banchieri Salvini e Di Maio si sono sentiti nel diritto di scavalcare la posizione dei commissari, che stanno lavorando duramente e discrezionalmente per trovare una soluzione, per proporre una statalizzazione in stile Unione Sovietica. Il sospetto è quello che a Lega e Cinque Stelle farebbe comodo avere una banca di Stato, per avere la possibilità di assegnare qualche poltrona d’oro a qualche amico da sistemare”.