Socialize

LEGA: BRUNETTA A FINCO, “PRIMA DI PARLARE STUDIA, SENNO’ FAI BRUTTE FIGURE”

 

nicola-finco-lega

 

“Povero Nicola Finco, già Tosiano, ora ortodosso capogruppo della Lega in Regione Veneto, tanto ortodosso da non essere aggiornato sulle ultime evoluzioni sudiste del suo Capitano Salvini.
Dicevamo: povero Finco, prima insulta non sapendo cosa dire, e soprattutto non avendo ancora compreso come funziona la vigente legge elettorale (quando vuole gli potrò dare alcune semplici lezioni). In ogni caso, io sono stato eletto in un collegio maggioritario (San Donà di Piave) grazie alla coalizione di tutto il centrodestra, e in un collegio proporzionale (Padova, Vigonza, Abano Terme) con i voti del mio partito Forza Italia, e quindi sono stato eletto in Parlamento 2 volte. Ma questo, il povero Finco, non l’ha ancora capito. Chieda informazioni ai suoi colleghi che in Veneto e nel resto d’Italia sono stati eletti nei collegi uninominali grazie ai voti della coalizione di centrodestra e che, altrimenti, non sarebbero mai arrivati in Parlamento, non avendo vinto nessun collegio proporzionale. Caro Finco, prima di parlare studia, te lo ripeto, sennò fai brutte figure.
Poi in piena confusione mentale dice le mie stesse cose e arriva alle medesime conclusioni. Cito testualmente: “Se non si fa l’autonomia tanto vale che il governo vada a casa. Se non si rispetta la volontà di due milioni e mezzo di veneti che si sono espressi per l’autonomia della Regione, allora non vale più la regola democratica”. Grande originalità. Bravo, bene, bis. Che dire, forza Finco, avanti così, ti posso sempre dare la tessera di Forza Italia…solo se prometti di studiare e di applicarti di più. Ce la puoi fare”.