Socialize

CONTI PUBBLICI: BRUNETTA, “LA TREGUA TRA GOVERNO GIALLOROSSO E MERCATI FINANZIARI È FINITA, GLI INVESTITORI HANNO SMESSO DI CREDERE AL CONTE 2”

 

governo-giallorosso-mercati

“La tregua tra Governo giallorosso e mercati finanziari è già finita. Ieri, infatti, le aste del Tesoro sono andate peggio del previsto, con i rendimenti d’emissione in aumento rispetto alle aste precedenti e lo spread che è risalito a 165 punti base. Il rendimento dei BTp triennali è aumentato a 0,22% dallo 0,05% fissato all’asta precedente, quello sul BTp a 7 anni è salito a 0,91% dallo 0,60% precedente e quello sui BTp trentennali è salito al 2,29% dal 2,03% di ottobre. Un risultato del tutto prevedibile, considerando che i tassi sul mercato secondario erano in risalita ormai da due settimane, tanto che il rendimento sul benchmark decennale è salito attorno all’1,4%, ai massimi da metà Ferragosto, quando il Governo gialloverde si trovava in piena crisi.

Cosa significa questo? Semplicemente che gli operatori internazionali hanno smesso di credere all’Esecutivo Conte 2, che si era presentato agli italiani come lo strenuo difensore delle regole europee sui conti pubblici ma che, pronti via, è stato il primo a non rispettarle, fissando il rapporto deficit/Pil per il prossimo anno esattamente al livello al quale l’aveva fissato il precedente Governo. Inoltre, lo stresso Governo non ha fatto nulla per ridurre il debito pubblico, il primo e più importante compito che gli era stato affidato da Bruxelles”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.