Socialize

DL SUD: BRUNETTA, PROROGA SCUOLE BELLE? GOVERNO PERSEVERA NEL CAOS APPALTI

 
“Nel decreto Mezzogiorno il Governo ha pensato bene di inserire di tutto e di più, cercando di nascondere le norme destinate a specifiche “esigenze” dell’esecutivo tra disposizioni “spot” come quella di “Resto al Sud”. Tra le varie cose, la maggioranza ha inserito nel dl Sud un’ulteriore proroga per gli appalti per la pulizia delle scuole: si prorogano così le commesse assegnate da Consip per un valore di 1,6 miliardi di euro, nonostante quanto accaduto negli ultimi mesi tra indagini sugli stessi affidamenti Consip, e manipolazioni di mercato già riconosciute dai giudici amministrativi. L’esecutivo dimostra ancora una volta di non guardare in faccia a niente e a nessuno, confermando gli appalti di alcune grandi imprese (come Consorzio Nazionale Servizi e Manutencoop Facility Management) finite sotto inchiesta da parte dell’Antitrust per aver “truccato” le gare, e nonostante la procedura sia stata denunciata nel rapporto annuale dell’attività dell’Anac. Questa è la pesante eredità di Renzi, che Gentiloni non solo non smantella, ma di fatto approva e porta avanti, in barba alle pronunce di Tar e Consiglio di Stato, e in barba all’Anticorruzione e alle sanzioni già comminate dall’Autorità per la concorrenza e il mercato. Tutto questo, nascondendosi dietro l’ennesimo provvedimento “bandiera” che, solo a parole, interviene per il Sud”.
Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.