Socialize

BRUNETTA: “SPREAD A QUOTA 300 E RENDIMENTI TITOLI STATO OLTRE IL 3%: IN ARRIVO GIUDIZIO AGENZIE RATING, A RISCHIO LE NOSTRE BANCHE”

 

SPREAD

 

“Nella giornata di ieri lo spread ha sfiorato la soglia dei 300 punti base e il rendimento sul BTP decennale è salito oltre la soglia del 3,0%, toccando il 3,026%, ai massimi livelli dall’inizio di dicembre. Cosa sta succedendo? Succede che gli investitori stanno cominciando a scontare un possibile downgrade del nostro rating sovrano da parte delle agenzie di rating e reagiscono liberandosi dei titoli detenuti in portafoglio.

Eventualità che potrebbe già occorrere il prossimo 22 febbraio, quando si esprimerà l’agenzia Fitch, che lo scorso agosto aveva tagliato l’outlook italiano da ‘stabile’ a ‘negativo’ e che lo scorso ottobre aveva avvertito il Governo Conte che esistevano rischi significativi sul raggiungimento degli obiettivi di bilancio indicati nell’aggiornamento del DEF e che un downgrade del debito pubblico avrebbe avuto delle conseguenze pesantissimo sul nostro sistema bancario. Ora che i più recenti dati macroeconomici dell’economia italiana hanno dimostrato l’impossibilità di raggiungere gli obiettivi di deficit e debito per il 2019, Fitch potrebbe decidere che la sostenibilità del nostro debito pubblico si è ridotta e, quindi, tagliare il rating, a un passo dal livello ‘spazzatura’. Il 15 marzo sarà poi la volta dell’agenzia Moody’s e il 26 aprile dell’agenzia S&P, che anch’essa ha emesso un outlook negativo sul debito”.