Socialize

LAVORO: BRUNETTA, “L’ASSISTENZIALISMO LEGA-M5S DISINCENTIVA LA PRODUTTIVITÀ, È TRAPPOLA DELLA POVERTÀ”

 

reddito-di-cittadinanza-di-maio-m5s

 

“La filosofia assistenzialista di Lega e Movimento Cinque Stelle, sulla quale il reddito di cittadinanza e la quota 100 sono fondate, ha prodotto disastri irreparabili sul mercato dell’occupazione. Non ha risolto, infatti, per nulla il primo problema che una seria riforma del mercato del lavoro avrebbe dovuto affrontare, ovvero la scarsa produttività che affligge ormai da anni l’Italia, e che non permette ai salari italiani di stare al passo con i sempre più irraggiungibili salari dei paesi del Nord Europa che, tra le altre cose, attraggono le nostre migliori risorse. Un esodo che impoverisce il capitale umano dell’Italia a vantaggio di quello degli altri paesi europei. Come potremmo biasimare i nostri giovani che, dopo aver studiato per molti anni, scelgono di andare a lavorare in paesi che premiano i loro skills con salari e percorsi di carriera adeguati? Mentre all’estero i governi hanno puntato sulle politiche economiche necessarie per far aumentare i salari, questa maggioranza è riuscita a creare un sistema che disincentiva il lavoro, facendo credere che il godere del reddito di cittadinanza possa garantire una vita dignitosa, non dicendo, invece, che quella forma di assistenzialismo è solo una trappola della povertà dalla quale è poi difficile uscire”.