Socialize

TITOLI DI STATO: BRUNETTA, “CONTINUANO AD AUMENTARE I RENDIMENTI: GLI INVESTITORI INIZIANO A SCONTARE IL RISCHIO DI UNA VITTORIA DEI SOVRANISTI ITALIANI ALLE PROSSIME EUROPEE”

 

banche-rendimento

“Il Governo è in pieno caos. Le continue dichiarazioni conflittuali all’interno della maggioranza nei confronti dell’Europa sulla non volontà di rispettare le regole europee sulla finanza pubblica, in particolare quella sul deficit, hanno avuto effetti immediati e concreti sui rendimenti dei nostri titoli di Stato, in asta oggi. I 2,75 miliardi di BTP triennali sono, infatti, stati assegnati con un rendimento pari all’1,24%, in aumento di 16 centesimi rispetto all’asta precedente; i 2,5 miliardi dei BTP con scadenza a 7 anni sono stati assegnati con un rendimento pari al 2,23%, in aumento di 17 centesimi e i BTP con scadenza a 30 anni sono stati assegnati con un rendimento pressoché invariato del 3,65%. L’aumento dei rendimenti di emissione registrati nelle aste di oggi verrà pagato in conto interessi sul debito dagli italiani nei prossimi anni. Un aumento in controtendenza con quanto sta avvenendo negli altri paesi dell’eurozona, dove i rendimenti sono in calo.

Anche sul mercato secondario i rendimenti sono in salita, con quello sul BTP decennale salito fino al 2,72% nella giornata di oggi, dopo che ieri aveva toccato quota 2,73%. È ovvio che gli investitori stanno cominciando a scontare il rischio di una vittoria dei partiti populisti italiani alle prossime elezioni europee”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.