Socialize

RATING: BRUNETTA, “LA REAZIONE DEI MERCATI È MOLTO PIÙ EFFICACE DI QUELLA DI UNA PROCEDURA DI INFRAZIONE: O SI CAMBIA ROTTA O CI SARÀ UN DOWNGRADE”

 

agenzie di Rating

 

“L’Italia è attesa da un durissimo calendario di esami di rating da qui alla prossima Legge di bilancio. Con l’attuale situazione e all’alba di un nuovo scontro con la Commissione Europea sulla opportunità o meno di effettuare una manovra correttiva, è molto probabile che sarà bocciata in qualcuno di questi. Il prossimo 9 agosto inizierà l’agenzia Fitch, che attualmente ha un giudizio pari a BBB con outlook negativo, sinonimo di una buona probabilità di effettuare il downgrade. Il 6 settembre sarà poi la volta di Moody’s, che attualmente ha un giudizio Baa3 con outlook negativo, la quale, in un report della scorsa settimana, ha chiaramente scritto che questo Governo non è credibile, che bisognerà stare molto attenti alla prossima manovra e che la reazione dei mercati finanziari è molto più efficace di quella di una procedura d’infrazione da parte dell’Europa. Un chiaro avvertimento al Governo per dire che, o si cambia rotta sui conti pubblici, oppure ci sarà il downgrade. Il 25 ottobre sarà poi la volta di Standard & Poor’s, che ha un rating BBB, sempre con outlook negativo.

A questi appuntamenti, le agenzie di rating sapranno già se la procedura d’infrazione sarà stata aperta oppure no”.

 

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.