Socialize

BCE: BRUNETTA, “SE LO SPREAD NON SALE A FRONTE DI UNA PROBABILE ITALEXIT, È SOLO MERITO DI MARIO DRAGHI”

 

mario-draghi-bce

 

“Se lo spread non sale come conseguenza dell’aumento di probabilità dell’Italexit è solo grazie a Mario Draghi e alla sua promessa di rilanciare di nuovo il Quantitative Easing. Una promessa, però, destinata a non realizzarsi, dal momento che il prossimo successore di Draghi (si parla del tedesco Jens Weidmann), potrebbe non seguire il corso da colomba intrapreso dal bravo banchiere italiano. Guardando infine ai CDS (Credit Default Swap), ovvero agli strumenti finanziari che assicurano contro il rischio di default del debito sovrano, questi rimangono alti, a riprova del fatto che l’uscita dall’euro di Roma è vista ormai, dagli osservatori internazionali, come una concreta possibilità”.

 

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.