Socialize

LEGGE DI BILANCIO: BRUNETTA, “IL GOVERNO NON SA CHE PESCI PIGLIARE, CI DICA QUALI VOCI TAGLIARE E PER QUALE AMMONTARE”

 

governo-conte-1

“Per quanto riguarda il 2020, l’Esecutivo resta vago, impegnandosi sì in un miglioramento strutturale, ma non fornendo alcun dettaglio su cosa intenda fare, in particolare sulle famose misure alternative per evitare l’aumento dell’Iva da 23 miliardi di euro. In altre parole, non è ancora chiaro come il Governo intenda raggiungere nel 2020 gli obiettivi di un deficit in linea con le regole europee. A dir la verità, il ministro dell’Economia Giovanni Tria, uscito vincitore dallo scontro con i due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio sulla questione conti pubblici, le idee le ha chiare. Fosse per lui, l’Iva aumenterebbe, per avere poi risorse da destinare al taglio della tassazione sul lavoro. Una proposta che però Lega e Movimento Cinque Stelle hanno già rispedito subito al mittente, non dicendo nulla su dove intendano trovare i famosi 23 miliardi di euro. Ormai, utilizzare espressioni generiche come “spending review” e “taglio delle tax expenditures” non è più credibile. Bisogna dire esattamente quali voci tagliare e per quale ammontare. Questo vuole Bruxelles”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.