Socialize

EUROPA: BRUNETTA, “LA MANCATA (TEMIAMO) NOMINA DI GENTILONI ALL’ECONOMIA È IL CHIARO SEGNALE DI NON VOLER CONCEDERE ALL’ITALIA LA VITTORIA SULLA RIFORMA DELLE REGOLE FISCALI UE”

 

gentiloni

 

“Anche se i giornali nazionali scrivono di una Commissione Europea disposta a concedere mari e monti al Governo Conte bis, la realtà è molto diversa. Passato il pericolo Lega, Bruxelles potrebbe ora ridimensionare la sua generosità verso l’Italia, considerando che la UE non si può permettere di dare l’immagine di una entità che non rispetta per prima le regole fiscali, e permette a Stati già fortemente indebitati di fare ancora più debito. Già la mancata (temiamo) nomina di Paolo Gentiloni all’Economia, ormai data per certa, è un chiaro segnale che l’Europa non vuole concedere all’Italia la vittoria sulla riforma delle regole fiscali europee. Il fronte del Nord, è infatti compatto nel voler proseguire sulla strada dell’austerità e della disciplina dei conti, che proprio il Partito Democratico di Gentiloni si è proposto di allentare. Senza considerare che anche i mercati e le agenzie di rating impiegherebbero un secondo a cambiare opinione sul governo, nel caso dimostrasse davvero di non volersi adeguare al piano di rientro dal debito che l’Italia si è impegnata a rispettare”.

 

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.