Socialize

STAMPA ESTERA: BRUNETTA, “IL MONDO RESTA A GUARDARE IL NOSTRO PAESE: L’ALLEANZA M5S-PD FARÀ AUMENTARE NUOVAMENTE DEFICIT E DEBITO?”

 

zingaretti-conte-di-maio

 

“Il democratico New York Times, in un articolo di Elisabetta Povoledo, scrive di un nuovo governo che ha messo fine alla “crisi più pazza del mondo”. Almeno per ora, chiosa il quotidiano americano, ricordando come anche il Movimento Cinque Stelle abbia fatto venire i brividi all’establishment europeo. La nomina di Gualtieri come ministro dell’Economia, infine, dovrebbe porre fine a mesi di scontri con Bruxelles. L’articolo si conclude sostenendo la posizione di Giuliano Ferrara scritta su Il Foglio, dove ha definito il nuovo governo una “beneintenzionata prostituzione politica, per evitare l’implosione della democrazia”.

 

Il Washington Post, invece, scrive di come un “oscuro professore di diritto” sia riuscito a scavalcare il “Trump italiano”, come è spesso soprannominato Matteo Salvini dalla stampa statunitense.

 

Il board editoriale del Financial Times si è speso più volte favorevolmente per le intenzioni del nuovo governo, anche qui con l’intento di evitare il “rischio Salvini”, nonostante abbia riportato la preoccupazione della think tank Bruegel, una delle più influenti a Bruxelles, sul rischio che la figura di Paolo Gentiloni possa costringere l’Unione a cedere sulle politiche di controllo dei conti pubblici italiani, favorendo di nuovo l’aumento del deficit e del debito.

 

Il britannico Guardian si interroga sulla durata del nuovo governo, scrivendo che la strana coalizione PD – Cinque Stelle, da lungo tempo nemici l’un dell’altro, possa rompersi sul tema dell’immigrazione, portando l’Italia a nuove elezioni che, quasi sicuramente, sarebbero vinte da Matteo Salvini.

 

Una analisi di Peter Schwarz sulla tedesca FAZ scrive di come questo Governo non farà nient’altro che accelerare la virata a destra dell’Italia e di come le politiche economiche che farà saranno le stesse del Governo uscente. Anche perché, scrive la FAZ, la miglior dimostrazione è data dal fatto che il premier, “l’avvocato senza partito” Giuseppe Conte, è stato riconfermato.

 

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.