Socialize

GOVERNO: BRUNETTA, “L’ITALIA CONTINUERÀ AD ESSERE SORVEGLIATO SPECIALE DELL’EUROPA E DEI MERCATI, IL GOVERNO GIALLO-ROSSO DOVRÀ FARE ATTENZIONE CON LA PROSSIMA LEGGE DI BILANCIO”

 

governo-giallorosso

“Che grazie al nuovo Governo giallo-rosso e allo scampato “pericolo Salvini” l’Italia sia fuori da tutti i problemi, come credono i politici di Movimento Cinque Stelle e del Partito Democratico, è una mera illusione. Che l’Unione Europea, per effetto della nomina di Paolo Gentiloni a commissario all’Economia, l’Europa sarà più clemente con i nostri conti pubblici, è un’altrettanta mera illusione. La dimostrazione l’abbiamo avuta in queste ore, con i rendimenti sui titoli di Stato che sono tornati ad aumentare, così come lo spread.

Due i fattori che hanno concorso al loro aumento. Il primo, è quello che i mercati si sono preoccupati, subito dopo aver sentito che il Governo Conte II ha intenzione di chiedere a Bruxelles un maxi sconto in termini di deficit, e quindi di debito, fino a portare il rapporto deficit/Pil per il 2020 addirittura al 2,5%, al di sopra di quello che proponevano Lega e Movimento Cinque Stelle esattamente un anno fa. A riprova del fatto, che ai mercati non interessa il colore del Governo, non importano le questioni politiche con l’Europa, ma interessano soltanto i dati economici. E quelli dell’Italia sono impietosi. Un rapporto deficit/Pil al di sopra del 2,0% è visto da loro come un invito a vendere BTP. Il nuovo Governo dovrà quindi fare molta attenzione a quello che farà con la prossima Legge di Bilancio. Secondariamente, sembra che i falchi del Nord Europa siano riusciti a ridimensionare il piano del governatore della BCE Mario Draghi sul nuovo Quantitative Easing, che dovrebbe essere lanciato nella riunione di domani. Politiche monetarie ultra espansive non sono affatto ben viste dai paesi virtuosi, in quanto danneggiano il risparmio dei loro cittadini e riducono la profittabilità degli investimenti”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.