Socialize

CONTI PUBBLICI: BRUNETTA, “PADOAN HA RAGIONE: SFORAMENTO DEL DEFICIT, STABILITÀ DEI CONTI E GESTIONE OCULATA DELLE TASSE NON SI TENGONO ASSIEME”

 

Padoan: stentiamo a uscire dalla crisi, riforme in fretta

“Soltanto tre mesi fa, in una intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, l’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, oggi onorevole del Partito Democratico e autore della teoria del “sentiero stretto”, affermava, a riguardo della proposta del leader della Lega Matteo Salvini di sforare la soglia del 3,0% del rapporto deficit/Pil, che “lo sforamento è una cosa in teoria fattibile. A dire il vero se mettiamo insieme tutte le dichiarazioni del leader della Lega siamo ben oltre il 3%. Bisogna però poi fare i conti con l’esplosione del debito e con lo spread che schizza di nuovo verso l’alto”. Aggiungeva poi, riprendendo la sua idea del “sentiero stretto” che “non è possibile avere lo sforamento del deficit, la stabilità dei conti e una gestione oculata delle tasse. Sono cose che non si tengono assieme”. L’ex ministro Padoan, che allora rappresentava la linea del Partito Democratico contraria alla violazione delle regole europee sui conti pubblici, aveva ragione”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.