Socialize

MANOVRA: BRUNETTA, “DI QUANTE RISORSE AVRÀ DAVVERO BISOGNO IL GOVERNO PER FINANZIARLA? CONTE ASPETTERÀ FINO ALL’ULTIMO PER MOSTRARE LE CARTE SUL TAVOLO”

 

crisi-governo-conte

 

“Di quante risorse avrà davvero bisogno il Governo per finanziare la prossima Legge di Bilancio? In questi giorni le cifre che circolano tra i ministeri e sulla stampa sono le più disparate, anche perché l’Esecutivo Conte aspetterà l’ultimo minuto utile per mostrare le carte sul tavolo. Nonostante questa apparente incertezza, la verità è che il nuovo Esecutivo sa già che i contorni della manovra sono già stati delineati da diversi mesi.

Il punto di partenza è rappresentato dalle due lettere di impegni sottoscritte dall’ex ministro dell’economia Giovanni Tria e controfirmate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in persona, tra la fine di Maggio e l’inizio del Luglio scorso e inviate alla Commissione Europea, per evitare in extremis l’apertura di una procedura di infrazione per debito eccessivo contro l’Italia. In quelle missive, l’Esecutivo italiano prendeva quattro impegni: si impegnava a realizzare subito una manovra correttiva in concomitanza con il bilancio di assestamento di metà anno per riportare il rapporto deficit/Pil al 2,04% per il 2019; si impegnava a ridurre il deficit strutturale in futuro; si impegnava a realizzare una seria operazione di spending review e di taglio delle tax expenditures nella successiva manovra finanziaria per evitare l’aumento dell’Iva”.

 

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.