Socialize

NADEF: BRUNETTA, “CORTE DEI CONTI E UPB BACCHETTANO IL GOVERNO: MANOVRA LIMITATA CON COPERTURE ALEATORIE PRONTA A PORRE UN PESANTE FARDELLO SULLE GENERAZIONI FUTURE”

 

brunetta-gualtieri

“Sulla Nota di Aggiornamento al DEF anche Corte dei Conti e Ufficio Parlamentare di Bilancio hanno sottolineato molti errori da matita blu compiuti dal Governo nella scrittura del testo, arrivando alle stesse conclusioni alle quali siamo arrivati noi. I due guardiani dei conti pubblici nazionali hanno dipinto la manovra come limitata, incapace di ridurre il debito pubblico, che non sterilizza affatto le clausole di salvaguardia sull’Iva negli anni 2021 e 2022, contiene coperture aleatorie e incerte, quasi tutte derivanti da non meglio precisate azioni di contrasto alla evasione fiscale, soggetta a rischi di vario tipo, da quelli geopolitici internazionali a quelli di tasso, considerando la subordinazione della riduzione delle spese per interessi alle decisioni della Banca Centrale Europea, non più così favorevoli al nostro Paese, come sembrava.

Una manovra economica di così basso profilo, senza coperture certe e determinate, non può far nient’altro che porre un altro fardello pesante sui prossimi governi e sulle generazioni future. Il non rispettare le regole di finanza pubblica previste dai trattati europei, dalla regola del saldo strutturale a quella del debito, non potrà che convincere la Commissione Europea che l’Italia non è un partner affidabile e responsabile e i mercati finanziari e le agenzie di rating a tornare a vendere di nuovo i nostri titoli di Stato e ad abbassare il nostro rating sovrano”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.