Socialize

MANOVRA: BRUNETTA, “SE DOVESSERO AUMENTARE ANCORA I RENDIMENTI DEI TITOLI DI STATO, IL GOVERNO AVREBBE SEMPRE MENO RISORSE PER FINANZIARE LE PROMESSE GIALLO-ROSSE”

 

governo-delle-4-sinistre

“Sul versante dei mercati finanziari, oggi il rendimento dei BTP decennali è risalito quasi all’1,4%, ai massimi livelli dello scorso agosto, quando il Governo gialloverde si trovava in piena crisi.

Se questi rendimenti sul mercato secondario dovessero confermarsi nelle prossime aste, il Tesoro sarebbe costretto a dover rivedere al ribasso i risparmi sulla spesa per interesse ipotizzati nella Nota di Aggiornamento al DEF e usati nel calcolo dei saldi della Legge di Bilancio. In pratica, il Governo avrebbe a disposizione meno risorse di quelle ipotizzate.

Ironia della sorte, l’aumento dei rendimenti avviene esattamente il giorno dopo in cui il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha accusato Matteo Salvini di essere il responsabile dell’aumento dello spread. Nonostante sia vero che gli investitori internazionali mostrino una avversione al sovranismo di Salvini, è altrettanto vero che non hanno preso affatto bene l’atteggiamento mostrato da questo Governo sulla gestione della finanza pubblica, effettuando una manovra che fa aumentare ancora deficit e debito, oltre che ad essere controproducente per la crescita.

I mercati stanno mostrando che chi pensava fosse sufficiente sbandierare un po’ di europeismo per evitare il giudizio degli investitori si è sbagliato di grosso. La fiducia la si deve conquistare con i fatti, non con le promesse. E, quanto ai fatti, questo Governo è stato un totale fallimento”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.