Socialize

MANOVRA: BRUNETTA, “LE REGOLE DEL GIOCO EUROPEE VALGONO ANCORA O SI FANNO APPLICARE AI NEMICI E SI INTERPRETANO PER GLI AMICI?”

 

brunetta-audizioni-senato

“Una semplice valutazione. Dall’analisi fatta dalla lettura dei documenti ufficiali, appare evidente un peggioramento della virtuosità del profilo triennale della manovra, vale a dire non appare nessuna tendenza verso il close to balance, verso una riduzione del deficit tendenziale.

Ed è qui che nasce il paradosso: la Commissione Europea negli ultimi giorni ha dato indicazioni tutto sommato accomodanti rispetto la manovra, nonostante i mercati finanziari negli ultimi giorni e nelle ultime settimane abbiano mostrato un qualche nervosismo. Sa lei, al di là delle valutazioni felpate che ci ha rappresentato, spiegarci questo paradosso?

Perché siamo di fronte, e lo dico da critico del Governo precedente, ad un peggioramento degli andamenti previsti rispetto alle manovre del Governo giallo-verde, che avevano suscitato nella Commissione alti rimproveri fino alla procedura d’infrazione.

Ci sa spiegare questo paradosso, signor direttore? Perché altrimenti non capiamo più nulla sulle regole del gioco in Europa e sul ruolo della Commissione Europea. Le regole del gioco europee valgono ancora o si fanno applicare ai nemici e si interpretano per gli amici?”.

Lo ha detto Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, durante l’audizione in Senato sulla manovra del vice direttore generale della Banca d’Italia, Luigi Federico Signorini, davanti alle commissioni Bilancio del Senato e della Camera.

 

RIVEDI IL MIO INTERVENTO