Socialize

MANOVRA: BRUNETTA, “BOCCIATA DA CONFINDUSTRIA, BANKITALIA, TECNICI DEL SENATO E MERCATI: È INSUFFICIENTE PER LA CRESCITA E DANNEGGIA, A COLPI DI TASSE, FAMIGLIE E IMPRESE”

 

manovra-2020

“Confindustria, tecnici del Senato e mercati finanziari hanno bocciato la manovra del Governo giallorosso. Nella sua audizione al Senato, Confindustria ha sostenuto che la Legge di Bilancio è insufficiente per la crescita e rischia di non incidere in modo efficace sulla situazione di sostanziale stagnazione dell’economia. Inoltre, non traccia un disegno di politica economica capace di invertire la tendenza negativa delle aspettative degli imprenditori e dei potenziali investitori, nazionali ed esteri. Anzi, in alcuni casi, produce un effetto opposto. Manca una visione di politica economica coerente con gli obiettivi auspicati dal mondo produttivo, concludono gli imprenditori. Infine, Confindustria ha calcolato che la plastic tax costerà +109 euro a famiglia, in media pari al +10% sui prodotti di largo consumo, danneggiando l’intero settore. Una evidenza che porterebbe a un rallentamento dei consumi, già in difficoltà, e, di riflesso sul Pil.

La Banca d’Italia, anch’essa audita in Senato, dal canto suo, ha lasciato intendere che le stime di crescita del Governo sono troppo ottimistiche per i prossimi due anni. Infine, il servizio del Bilancio del Senato ha sollevato numerosi dubbi sull’eccessivo ottimismo relativo alle previsioni di gettito sulla plastic tax, sugar tax e tassa sulle auto. Come per dire che le risorse previste dal Tesoro non ci saranno, provocando un nuovo aumento di deficit”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.