Socialize

PIL: BRUNETTA, “QUEST’ESTATE IL NOSTRO DEBITO SCHIZZERÀ A 2.500 MLD A FRONTE DI UN PIL STAGNANTE, ALTRO CHE RIPRESA ECONOMICA”

 

debito-deficit-pubblico-pil

“2.500 miliardi di euro. Questa è la cifra monstre che il nostro debito pubblico dovrebbe toccare entro il prossimo giugno, secondo le recenti stime di Mazziero Research.

Attualmente, il debito si pone a 2.445 miliardi, secondo i dati forniti da Banca d’Italia a gennaio. Una cifra destinata ad aumentare per effetto dell’intenso programma di emissione dei titoli di Stato previsto per le prossime settimane dal Tesoro. Un dato che non è sfuggito al Fondo Monetario Internazionale che, proprio ieri, dal World Economic Forum di Davos, ha affermato che all’Italia servono “importanti riforme strutturali per aumentare il potenziale di crescita” e che il Paese “dovrebbe ridurre il debito”. Il quale, stima sempre Banca d’Italia, dovrebbe salire dal 134,8% del 2018 a oltre il 135,0%, nuovo record. Tutto questo mentre il Pil stagna. Sempre secondo il Fondo Monetario, infatti, quest’anno dovrebbe crescere soltanto del +0,5%, mentre l’anno prossimo del +0,7%. Un tasso del tutto insufficiente perché si possa parlare di ripresa”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.