Socialize

COVID: BRUNETTA, “CONTE E GUALTIERI APRANO SUBITO UN CONFRONTO CON LE CATEGORIE ECONOMICHE DA RISARCIRE E CON L’OPPOSIZIONE PER QUANTIFICARE LE RISORSE AGGIUNTIVE DA VOTARE IN PARLAMENTO”

 

gualtieri-conte-governo

“Spero che al ministero dell’economia e delle finanze stiano facendo bene i conti (anche se ho qualche dubbio), perchè ricordo come all’inizio della pandemia, dal ministro Gualtieri si ipotizzava la necessità di uno scostamento di 3,5 miliardi per far fronte alle esigenze della crisi economico-sanitaria, e alla fine siamo arrivati a oltre 100 miliardi. Ecco, non vorrei che anche in questi tragici momenti, si avesse lo stesso atteggiamento minimalista. Ho sentito la conferenza stampa del presidente Conte quando diceva che da parte del ministero dell’economia e delle finanze e del ministro Gualtieri, non si sentiva l’esigenza di un nuovo discostamento, e cioè di nuovo deficit per far fronte alle nuove esigenze derivanti dall’ultimo o dagli ultimi due DPCM. La cosa mi risulta alquanto incomprensibile, perché o si pensa di fare il gioco delle tre carte, vale a dire di riutilizzare le risorse non spese dei primi 100 miliardi dei 4 decreti emergenziali (risorse non spese ma che, a parte alcuni sprechi, come i monopattini o i banchi a rotelle, erano state destinate, invece, a settori realmente in crisi, e che, lo ripeto, se non sono state spese, vedi il bonus vacanze, è per colpa di come era stata scritta la norma), togliendole ai settori originari, o si pensa di stanziare risorse aggiuntive. E questo per fortuna il presidente Conte l’ha detto con chiarezza. Quindi bando al cattivo pensiero del gioco delle tre carte, vale a dire riutilizzare fondi non ancora spesi, ma che devono essere spesi possibilmente subito, come quelli legati al turismo o le risorse a fondo perduto per le varie categorie di lavoro autonomo; e concentriamoci, invece, su un’analisi attenta costi-benefici delle norme testé predisposte dall’ultimo DPCM”.

Così in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

“Sarà bene che il presidente del Consiglio Conte e il ministro Gualtieri aprano dei tavoli con le categorie interessate e con l’opposizione, al fine di quantificare seriamente, nell’arco delle prossime ore, le risorse aggiuntive necessarie. Bene che il decreto legge sui risarcimenti vada in Gazzetta già martedì, come sempre ha detto Conte in conferenza stampa, però, lo ripetiamo, senza trucchi e senza inganni. Vigileremo con grande attenzione, ricordandoci sempre che mentre l’opposizione chiedeva 10 volte tanto, Gualtieri a marzo, all’inizio della pandemia, proponeva 3,5 miliardi per farvi fronte, e sappiamo tutti com’è andata a finire”.