Socialize

La mia intervista a “Zapping” (Radio 1 Rai)

 

zapping-rb

 

RIASCOLTA LA MIA INTERVISTA

 

 

Pa: Brunetta, fine obbligo 50% smart working ritorno normalità

(AGI) – Roma, 30 apr. – L’addio all’obbligo di far lavorare da remoto un dipendente pubblico su due “è un ritorno alla normalità dopo il lockdown”.

Cosi’ il ministro della Pa, Renato Brunetta, ai microfoni di Zapping su Radio 1.

“Da lunedì prossimo finisce il periodo di emergenza della pubblica amministrazione, ma gli uffici potranno decidere in autonomia se mantenere la quota del 50%, o di più o di meno, in relazione alle esigenze dell’ufficio”, ha aggiunto Brunetta.

“È un’azione positiva, da leggersi in maniera tranquilla e tranquillizzante: miglioreranno i servizi, gli uffici si autoregoleranno, e faranno tesoro di questa esperienza traumatica, perchè andare tutti a lavorare da remoto non è stato semplice, ma è un’esperienza che”, conclude il ministro ”rimarrà”.

 

Pa: Brunetta, smart working esperienza positiva, ma va regolata

(AGI) – Roma, 30 apr. – “L’esperienza” dello smart working “è stata straordinariamente positiva, tutti noi abbiamo imparato a fare videoconferenze e lavoro da remoto. Ma bisogna strutturare questa esperienza con contratti di lavoro opportuni. È quello che stiamo facendo perchè questo contenuto è all’interno del rinnovo del contratto”. Così il ministro della Pa, Renato Brunetta, ai microfoni di Zapping su Radio 1.

“Non basta dire lavorare da casa, ma bisogna chiarire a quali condizioni salariali di produttività, di controllo, di efficienza. È un ulteriore elemento per valorizzare questo lavoro”, ha aggiunto Brunetta.

 

Recovery: Brunetta, con Pnrr consegnato ora 25 mld a giugno

(AGI) – Roma, 30 apr. – “Consegnare ora il piano”, nazionale di ripresa e resilienza “vorrà dire probabilmente avere tra giungo e luglio 25 miliardi dall’Europa. Se avessimo ritardato di alcune settimane saremmo andati probabilmente a settembre”.

Cosi’ il ministro della Pa, Renato Brunetta, ai microfoni di Zapping su Radio 1.

“Noi dovremmo prendere le prime tranche delle risorse che le risorse prende sui mercati per avere le prime anticipazioni”, ha spiegato Brunetta.

 

Recovery: Brunetta, Pnrr cosa più difficile fatta da un governo

(AGI) – Roma, 30 apr. – La stesura del Pnrr “è il lavoro più complicato che abbia fatto in vita mia e che il governo abbia mai fatto in vita sua”. Così il ministro della Pa, Renato Brunetta, ai microfoni di Zapping su Radio 1.

“È un lavoro di estrema precisione, estrema complicazione, con l’interlocuzione costante con l’Europa, è una delle cose più complesse e difficili che un governo possa aver mai fatto”, ha aggiunto.

 

PA, Brunetta: no paura a stop obbligo 50% smart working, Paese riapre

Gli uffici avranno massima autonomia e flessibilità

Milano, 30 apr. (askanews) – “Nessuna paura, nessun allarme, tutto avverrà in progress”. Così il ministro per la PA, Renato Brunetta, commentando l’addio alla soglia minima del 50% per lo smart working nella Pubblica amministrazione.

“Rappresenta un ritorno alla normalità dopo il lockdown, il Paese riapre e a metà maggio avremo il secondo turno di riaperture”, ha detto nel corso della trasmissione Zapping su Radio 1.

“Da lunedì gli uffici della PA potranno decidere in totale autonomia se mantenere l’attuale assetto 50%-50% o anche di più o di meno, in ragione alle loro esigenze. Il faro sarà l’efficienza e la soddisfazione dei clienti, che sono i 60 milioni di italiani. Avremo una PA più flessibile”.

“I Bonus – ha detto come esempio Brunetta – non stanno tirando proprio perchè, essendo procedure complesse, hanno bisogno di più uffici per essere lavorate e con metà in presenza e metà da remoto non sono al massimo della loro efficienza”.

Lo stop alla soglia minima del 50% dello smart working “è un’azione assolutamente positiva da leggere in maniera tranquilla e tranquillizzante: miglioreranno i servizi per imprese e famiglie e gli uffici avranno massima autonomia e flessibilità”.